logo CGIL

I Contratti Nazionali di lavoro sono atti negoziali tra sindacati nazionali e Associazioni datoriali che regolano il rapporto di lavoro garantendo diritti, tutele e prerogative e regolamentando doveri, vincoli di comportamento, responsabilità .

 

Il Contratto Nazionale è una delle più importanti conquiste del mondo del lavoro dipendente, consente di regolare la normativa che si applica ai lavoratori e alle lavoratrici di un settore merceologico, intrecciando spirito solidaristico e tutele individuali.

 

Oggi lavorare nel nostro settore è sempre più difficile e logorante; le aziende si riorganizzano e si ristrutturano incessantemente distruggendo professionalità e conoscenze, modificando ritmi e condizioni di vita del proprio personale.

 

I CCNL - classificati nella sezione Contrattazione Nazionale - in questi anni hanno tutelato reddito, professionalità e diritti degli attuali dipendenti e dei futuri assunti, in un contesto problematico e in continuo riassetto.

 

Alla Contrattazione Nazionale si affianca una intensa attività negoziale che si sviluppa su più livelli: aziendale, di gruppo e, talvolta, territoriale. Tale attività sfocia nella sigla di accordi integrativi che trovate ricompresi nella sezione Contrattazione 2° livello

 

Dalla fine degli anni 90 il settore bancario – al fine di gestire complesse e difficili fasi di ristrutturazione – si dota di ulteriori strumenti contrattuali che, se da un lato si configurano come veri e propri “accordi difensiviâ€, dall’altro disegnano un sindacato fortemente protagonista del cambiamento. Gli accordi in questione sono rinvenibili nella sezione Esodi Incentivati.

 
NEWSLETTER | MAPPA DEL SITO | FISAC IN RETE | SETTORI | MULTIMEDIA | LINK